venerdì 14 dicembre 2007

Papà...Cos'è il Natale?

Purtroppo non ho ancora un figlio come molti di voi.
Ho 27 anni, per problemi vari ancora mi mancano un paio d'anni per finire l'università e per buttarmi nella mischia.
Ma l'orologio biologico va avanti e il desiderio di avere un figlio arriva, inesorabile, dolce e delittuoso allo stesso tempo... sapete donne, succede anche a noi maschietti.

Immagino mio figlio che mi chiede con i suoi occhioni puliti, con i suoi capelli filiformi e soffici, con il suo mento appena abbozzato: "Papà... cos'è il Natale?".
Siamo seduti sul divano, immagino un divano rosso, a due posti, intimo, Eliana (in questa occasione non voglio chiamarla Luisella) ci guarda dalla cucina, con gli occhi lucidi...
Annuso i capelli del mio piccolo che sanno di vaniglia...
"Il Natale è un giorno in cui ci si comporta bene... io spero che per te sia Natale ogni giorno".
...
"Papà... e il panettone me lo posso mangiare ogni giorno?"
...
Io sorrido.
Eliana piange di gioia.


Questo è ciò che voglio dal futuro.
Niente più.

10 commenti:

Andrea Opletal ha detto...

ti auguro che accada presto....

.... i bimbi ti daranno una grande gioia, certo i sacrifici sono tanti ma un loro sorriso basta per farti dimenticare tutto ..!!

ciao

Weltall ha detto...

Quanto è bello questo post!
Ti, anzi, vi auguro sinceramente un futuro così ^_______^

LuisellaPagnottella ha detto...

Occhi lucidi...

Penelope ha detto...

Bellissimo...
Mi sono immaginata la scena cercando di modellare i vostri volti e quello, che è un misto dei vostri, del vostro bimbo...
Ti auguro di vivere al più presto questo sogno , io ho 32 anni, ho due bambini gemelli di 5 anni e mi mancano 2 esami (in realtà uno solo diviso in 2 parti) alla laurea...
E' molto difficile conciliare tutto, però guardando gli occhi dei miei figli, rifarei esattamente le scelte che ho fatto...

Ricordo il nostro primo Natale insieme ai bambini, avevano 3 mesi...
Sono momenti indimenticabili ed ogni anno, con loro che armeggiano ormai tra albero e presepe, è sempre più bello!

E se la scena anzichè da 3, fosse composta da 4? Sai, a noi è capitato...

Baci

turbobradipa ha detto...

va be' che quando ho la febbre piango, e ora ho la febbre, ma questa lacrimuccia è causa tua.... bel post! (bello anche il divano rosso!)

per la cronaca se trovi qualche laura nei commenti sono io che mi scordo di loggarmi... :)

Baol ha detto...

Te lo auguro ;)

ginoilsalumiere ha detto...

Grazie a tutti ragazzi, davvero.
Non lo direste, ma sono molto vergognino.
E ora sono un po' rosso...

Franky ha detto...

Ciao complimenti per il blog, se ti và di scambire i link questo è il mio http://spartacuslibero.blogspot.com/ .Fammi sapere ciao

nadiaflavio ha detto...

Caro gino quando fai cosi' mi commuovi.Davvero.
Pensa che mio figlio l'altro giorno mi ha chiesto con insistenza: perchè papà tu dici che la vita è un pò come un albero di Natale?
Perchè c'è sempre qualcuno che rompe le palle!Figliolo!

A parte gli scherzi, ti auguro che si avveri tutto quello che hai immaginato.
Ciao
Flavio

ginoilsalumiere ha detto...

Grazie carissimo...